Pause relax. Passioni sportive. Cura del corpo. Chi vuole

La tendenza
Il vademecum
L’alimentazione
Quanto è bello
far ginnastica
a piedi nudi
sulla sabbia
Monti o mare?
Per gli over 70
bagno di salute
con le vacanze
La tavola sana
dell’estate
non è fatta solo
di “insalatone”
A PAGINA 11
A PAGINA 9
A PAGINA 6
FamigliaBENESSERE
&
TUTTO CIÒ CHE VI RIGUARDA
ESTATE 2015
Il wellness Se i profumi incontrano i massaggi
La curiosità Una giornata da Vip prima delle nozze
Pause relax. Passioni sportive.
Cura del corpo. Chi vuole rimettersi
in forma trova tante proposte.
Comprese quelle del grande
centro di wellness e divertimento
a Rivera che compie due anni
Facciamo
Splash
4
PAGINA 5
PAGINA
IL CAFFÈ
Estate 2015
2 BENESSERE
3
Gli eventi.
Anziché ricevere regali,per il suo
secondo anniversario il grande
centro di wellness e divertimento
di Rivera premia i suoi ospiti con
una serie di offerte speciali.
Su misura per lui,lei...la famiglia
Le avventure
LA SLITTOVIA
All’Alpe Foppa è presenta una
lunga e spettacolare slittovia che
permette di effettuare discese
spericolate in tutta sicurezza,
anche in tandem
IN ACQUA COME AL BAR
Per dissetarsi tra una sauna
e un bagno i visitatori
possono gustarsi un cocktail
IL PARCO AVVENTURA
Il suggestivo percorso acrobatico
sospeso su magnifici faggi
secolari è diviso in diversi gradi
di difficoltà e offre emozioni a
partire dall’età di 4 anni
LA TIROLESE
Per gli amanti delle emozioni forti,
una tirolese attraversa una
profonda vallata proprio nei pressi
dell’Alpe Foppa. Un’esperienza
da brividi appesi nel vuoto
GLI SCIVOLI
“Gravity killer”, “Wash machine”,
“Mania”, “Black night” e “Tunnel
of horror” sono nomi ormai noti
agli appassionati del centro
Splash di Rivera
L’
offerta
Scivolando a tutto gas
dalla vetta del Tamaro
alle piscine di Rivera
S
EZIO ROCCHI BALBI
D
I bagnini
Ospiti in sicurezza
con un team affiatato
Per garantire la massima
sicurezza a tutti i suoi
ospiti, l’acquaparco
Splash&Spa di Rivera
dispone di un’affiatata
squadra di bagnini
diplomati. In grado di
intervenire in caso di
bisogno, ma anche di
assistere tutte le necessità
degli ospiti di tutte le età.
opo tantissimi visitatori che hanno festeggiato il compleanno dei loro figli
tra emozioni forti,
scivoli, onde, massaggi e musica, ora tocca a Splash&Spa Tamaro spegnere le candeline del
secondo anniversario. Il 15 giugno, infatti, la
mega struttura
del divertimento
e del benessere di
Rivera festeggia i
due anni di successi, ma anziché
ricevere regali
sarà lei a premiare la fedeltà dei
suoi visitatori.
Il primo regalo, illustrato pienamente nell’articolo in queste
stesse pagine, è
la carta giornaliera che permette di “scivolare senza limiti”, fino al 15 luglio, dal Monte Tamaro allo Splash. Il secondo, ghiotto regalo è l’offerta “2° anniversario” che riesce in un colpo solo
a raddoppiare piacere e divertimento dimezzando il prezzo
d’entrata! Dal 6 al 21 giugno, infatti, basta procurarsi l’apposito
coupon (impresa facilissima)
presentarsi in due alle casse,
all’entrata della Splash&Spa Tamaro e pagare il biglietto d’ingresso a metà prezzo. In poche
parole; si entra in due, ma paga
uno solo. Anzi, per par condicio,
si fa metà per uno.
Naturalmente, in occasione
Due anni di“Splash”,
onde,toboga e musica
per un’estate diversa
Tante sorprese“doppie”all’acquaparco di Rivera
del “compleanno” non vengono
certo depennati gli appuntamenti già programmati. Appuntamenti da non perdere e destinati a soddisfare tutti i gusti
possibili, a partire - giusto per
essere gentiluomini e rispettosi
delle pari opportunità - dalle
“Ladies Night”, le serate di assoluto relax riservate alle “lei” per
una pausa in rosa con le amiche,
il primo e il terzo lunedì del mese. Per chi ama l’emozione della
cultura boreale, all’insegna del
no-limit alla costrizione di costumi, ogni martedì - dalle
17.30 alle 22 - scatta la “Serata
nordica”.
Agli appuntamenti non possono certo mancare gli spazi dedicati ai più piccoli, come, ad
esempio, il corso “Sirenetta
Snorkeling” riservato ai bambini
dai sei anni d’età, ma che sanno
già nuotare, ogni mercoledì pomeriggio. Oppure, sempre riservata ai visitatori della categoria
under, la possibilità di condivi-
dere con i genitori i benefici nei
tremila metri quadrati della “cupola del benessere”, nell’area
relax di Splash&Spa - l’oasi di
tranquillità e pace con sette differenti tipologie di saune e bagni di vapore tematizzati, percorso Hamam e Kneipp, più una
vasta gamma di massaggi e di
trattamenti all’insegna del be-
Fino al 21 giugno si
entra in coppia ma il
biglietto da pagare è
uno solo; la tariffa
d’ingresso è dimezzata
Aperitivi, eventi
concerti e tanto altro
per celebrare
come si deve una data
da ricordare
nessere - con l’offerta “Spa libera per ragazzi” ogni mercoledì,
per tutta la giornata.
Se invece volete iniziare bene il meritato weekend, con tanto di aperitivo e buona musica,
da segnare sull’agenda degli appuntamenti, ogni venerdì dalle
18 a 22, “Pool Apero Splash”.
Infine, giusto per chiudere
in bellezza, la data da segnare è
quella del prossimo venerdì 3
luglio quando, dalle 17.30 alle
24, andrà in scena “Friends
Night”, un’intera serata che promette di essere mitica, roboante, con Musica Dejay e tanto,
tanto divertimento.
E le sorprese non finiscono certo qui.
Non
vogliamo
anticipare troppo,
ma forse è giusto dire almeno qualche novità che ci riserva la fine
della stagione più calda. In
autunno Splash&Spa Tamaro
tenderà ad...”allargarsi”.
A novembre, infatti, all’interno dell’area di Rivera verrà
inaugurato il “Training Center”,
un nuovo complesso sportivo
che occuperà una superficie di
mille metri quadrati con una super palestra creata in collaborazione con Exersuisse, azienda
leader nazionale nel settore delle attrezzature sportive, con
un’esperienza trentennale alle
spalle e una ventina di palestre
disseminate nella Confederazione. Va da sè, quindi, che le tecno-strutture per corsi, allenamenti e attività ginnico-sportive
saranno quelle ultramoderne di
ultima generazione.
In programma, corsi per
le più variegate esigenze,
con personale specializzato
ad hoc per assistere i visitatori con la competenza necessaria, sia che si tratti del
tradizionale yoga, sia del
polarissimo zumba, senza
preclusioni per l’attività fisica di bambini e teenager, con
tanto di percorsi su misura.
Buon compleanno, dunque, a
Splash&Spa Tamaro, anche se a
“gustare la torta” saranno soprattutto i visitatori.
civolare a tutto gas dalla vetta del Monte
Tamaro e tuffarsi nelle piscine di Rivera?
Certo che si può! Fino al 15 luglio l’azione
primaverile “scivola senza limiti” permette l’acquisto di una carta giornaliera, del costo di 45
franchi per gli adulti e 32 per i ragazzi, per usufruire sia delle telecabine che portano ai 1.530
metri dell’Alpe Foppa, sia della slittovia, sia dell’area Splash dell’acquaparco di Rivera. Ma c’è
di più. Oltre a godersi la vista imperdibile sul
Ticino dal Tamaro, l’offerta comprende anche
un numero illimitato di discese sulla vertiginosa
slittovia presente in quota e l’accesso libero una volta tornati a valle con la telecabina - a
tutti gli scivoli presenti nello Splash. In
pratica una giornata di divertimento “all
inclusive” per chi ama le emozioni forti.
Anche perché il concetto di “Tamaro Park” comprende un’offerta
davvero variegata e interessante.
Che parte da una fitta rete di sentieri per le passeggiate o i trekking per tutte le esigenze e finisce nel relax ovattato dell’elegante Spa di Rivera. Nel mezzo, divertimento per tutta la famiglia.
Sempre all’Alpe Foppa, accanto
alla slittovia, si trova anche una
spettacolare tirolese, che permette
ai più temerari di superare una profonda vallata aggrappati soltanto ad
una fune. Oltre alla possibilità di visitare il percorso artistico, con diverse
installazioni e sculture e la chiesa di
Santa Maria degli Angeli, disegnata da
Mario Botta e da cui si gode una meravigliosa vista su mezzo canton Ticino. Sempre in vetta è disponibile un attrezzato parco giochi per i
bambini.
Il Tamaro è noto anche per essere un trampolino di lancio ideale per i voli in parapendio,
La
proposta
T
errazza
e
giardino, giardino e terrazza. Si può passare
da un luogo a un
altro, da un ambiente a un altro.
Sorseggiando un
drink, facendo un
bagno o stando
sdraiati a farsi coccolare dal sole. Dal
1 giugno al 31 agosto allo Splash&Spa,
quando la temperatura
a Rivera supera i 27 gradi
il prezzo si... “raffredda”. Invece di pagare il prezzo intero
con la possibilità di organizzare esperienze in
tandem con un istruttore. Il volo più praticato è
quello che ha come punto d’arrivo il sito d’atterraggio di Bironico.
Dalla stazione intermedia della telecabina
parte anche la pista di discesa libera per le
mountain bike, che scende in picchiata verso
Rivera, con un dislivello di 680 metri. Sempre
nella zona della stazione intermedia è presente
un’altra attrazione molto apprezzata dai visitatori del Tamaro, il Parco Avventura, suggestivo
percorso acrobatico sospeso su magnifici faggi
secolari. Il parco è strutturato in tre percorsi di
varie difficoltà. Il percorso bambino è adatto dai
4 anni ed è un’opportunità per avvicinarsi alle
tecniche negli anni
diventeranno più difficili. Il percorso verde è invece adatto
dai 7 anni e prevede
già alcuni passaggi
tecnici e di grande
effetto. Il percorso
grande, infine, si
suddivide a sua volta
in quattro categorie
di difficoltà, blu, rosso, nero ed extreme.
È consigliato a partire dai 9 anni, accompagnati da un adulto.
Una volta tornati
a Rivera è molto difficile resistere ad un
bel tuffo in acqua. E
per questo l’offerta
dello Splash&Spa riesce a soddisfare tutte le
esigenze. Anche perché tra piscina con le onde,
piscine esterne e scivoli incluse nel pacchetto è
davvero imperdibile. Gli ormai famosi “Gravity
killer”, “Wash machine”, “Mania”, “Black
night” e “Tunnel of horror” vi aspettano.
Slittovia all’Alpe Foppa
e tuffi dello Splash
in un unico pacchetto
“all inclusive” per chi
ama le forti emozioni
Il comprensorio
del Monte Tamaro
offre molte possibilità
per chi ama la natura
e il divertimento
E se la temperatura
supera i 27 gradi
un tuffo con lo sconto
per l’intera giornata si paga
come se si restasse soltanto
quattro ore nella struttura,
pur rimanendoci tutta la giornata. Uno sconto dettato dal
caldo, ma anche da un’offerta
articolata, pensata in particolare per le famiglie e i turisti.
Solo un piccolo accorgimento:
per vedere se la temperatura
Ma a parte l’abbuono
nelle ore roventi
sono previste anche
agevolazioni per chi
vuole divertirsi la sera
va oltre i 27 gradi c’è una fonte ufficiale: è www.meteocentrale.ch. Bisogna andare
nel sito per verificare la temperatura e avere il via libera
definitivo.
Ma anche senza il caldo
afoso, Splash&Spa va incontro a chi vuole trascorrere
qualche ora spensierata, o a
chi è appena uscito dall’ufficio e vuole farsi una nuotata o
trascorrere una serata in relax. Perché esiste anche
un’offerta serale, con una
vantaggiosa tariffa: 25 franchi per gli adulti e 20 per i ragazzi (6-15 anni) che diventa-
no 40 per entrare nella Spa.
Non paga nulla, invece, chi
festeggia a Splash&Spa il
compleanno, basta che porti
con sè almeno tre amici paganti: una piccola compagnia
che potrà così brindare con
aperitivi della casa al poolbar
senza nemmeno dover uscire
dall’acqua. “Coccolati - spiegano infatti alla struttura di
Rivera - con un massaggio rilassante e i percorsi Haman”.
Una proposta originale, ottima per l’estate, col sole o con
la pioggia, tanto a disposizione ci sono le piscine coperte
da cui si vede il Tamaro.
IL CAFFÈ
Estate 2015
4 BENESSERE
5
La Spa.
Aromi,profumi,oli
essenziali e massaggi
personalizzati
in una struttura
dedicata al wellness
e al relax assoluto.
Che offre percorsi
esclusivi che vanno
oltre le classiche Spa
La
curiosità
Prima del matrimonio
una giornata da“Vip”
con amici e bollicine
A
Dai trattamenti di bellezza per il
viso e per la pelle fino ai massaggi tematici. Come quello che abbina il suono delle campane tibetane e il profumo
dell’ibisco, uno
dei più originali
inseriti in un “menu” di massaggi
completo e di qualità. La parte Hamam
si caratterizza invece
con la possibilità di
immergersi in un vero
e proprio viaggio nella
tradizione del benessere
nordafricano. Ad esempio, alla
scoperta dei fanghi terapeutici
Rhassoul, un’argilla minerale naturale estratta nelle montagne
dell’Atlante in Marocco fin dall’VIII secolo, e usata come maschera facciale e impacco al corpo per ammorbidire la pelle, ridurre la secrezione di sebo, rigenerare la pelle rimuovendo le
cellule morte, e riequilibrare la
pelle stringendo i pori. A tutto
questo ampio ventaglio di offerte, si aggiungono trattamenti con
fanghi, oli essenziali, oli minerali, sali, impacchi e altro ancora.
nche per i momenti speciali, lo Splash&Spa Tamaro è attrezzato. L’area
benessere, infatti, dispone di un
“privé” che può essere interamente riservato in occasione, ad
esempio, di un addio al celibato
o al nubilato (con un minimo di
partecipanti di 6 persone). Un
pacchetto dedicato ai futuri sposi e ai loro amici, comprendente
un massaggio, frutta e… bollicine per festeggiare al meglio
l’evento. Una proposta inserita
tra i vari pacchetti “Vip” disponibili nella zona wellness, che
sono dedicati comunque anche
alle persone singole e si suddividono in cinque categorie.
Si va dall’offerta “Ametista”
che include una sdraio riservata
per 4 ore e una flûte di prosecco
come benvenuto, fino alla proposta “Diamante” specialmente
pensata per le coppie, con l’entrata alla Spa, un massaggio di
coppia da 25 minuti, un impacco
(sempre per entrambi) per il
corpo, la sdraio riservata per
tutto il giorno e il “classico” prosecco.
Ma l’offerta della Spa è ancora più completa. Se vi trovate
nell'area wellness e volete approfittare appieno della vostra
giornata di relax, potete sedervi
comodamente al Ristorante Spa
e ordinare “à la carte”. Il Menu
Spa è infatti pensato da un
esperto nutrizionista per un benessere totale anche a tavola. Vi
sono poi anche alcune serate
speciali all’interno del centro di
Rivera nella sezione dedicata al
benessere. Ogni primo e terzo
lunedì del mese, la “Ladies
Night” offre alle signore e alle
loro amiche un pacchetto con
maschera viso, rituali d’infusione nelle saune con peeling viso
e corpo, bagno turco Rhassoul ai
fanghi e delizie culinarie salutari. Il tutto in una serata, con
l’accompagnamento di un
esperto wellness.
ultimi mesi dell’anno in corso,
la spaziosa area sarà dotata di
attrezzi all’avanguardia per lo
sviluppo della condizione fisica,
con tutti i macchinari necessari
al rafforzamento muscolare e
allo svolgimento degli esercizi.
Inoltre sarà disponibile una vasta offerta di corsi, dallo yoga
alla Zumba. Il Training Center
Splash&Spa Tamaro offrirà
quindi a ciascun ospite la formula di allenamento più adatta
ai suoi bisogni.
Nuova ed esclusiva per il Ticino è la collaborazione con
Exersuisse, leader in Svizzera
in questo settore con un sistema di allenamento molto orientato alla salute. L’azienda gestisce già 19 training center nella
Svizzera tedesca e occidentale
e vanta oltre 30 anni di esperienza nell’allenamento coi pesi
e presta molta attenzione anche
alla salute e alla prevenzione.
La formula coniata da Exersuisse, particolarmente efficace, si
basa sulle ultime conoscenze
della medicina e delle scienze
motorie. Nel Training Center
Splash&Spa Tamaro, Exersuisse metterà a disposizione attrezzi innovativi per rafforzare i
muscoli attraverso i pesi in maniera totalmente salutare.
Con la nuova offerta fitness,
il centro benessere di Rivera si
conferma ulteriormente il polo
di riferimento del cantone per
la salute e il relax. “Non offriamo solo la possibilità di mantenere la forma fisica, ma anche
un programma esclusivo di
wellness e Spa. Siamo sinonimo
di benessere fisico, serenità, armonia, ma anche di divertimento. Ecco le caratteristiche
distintive essenziali che fanno
di questo centro welness un
luogo unico in grado di offrire
un’esperienza rigenerante a
360 gradi”, spiega la responsabile marketing Diana Ivanisevic. A quasi 2 anni dall’inaugurazione, il bilancio dei visitatori
ticinesi è notevolmente migliore del previsto. Per il gruppo
d’investimento Crédit Suisse,
fondazione Real Estate Switzerland, la nuova area dedicata al
fitness più performante rappresenta l’investimento necessario
per un ampliamento ottimale
dell’offerta Spa e wellness già
esistente.
Un’oasi del benessere
unica nel suo genere
tra“Hamam”e saune
MASSIMO SCHIRA
La scelta
LE SAUNE TEMATICHE
Diverse temperature
caratterizzano le saune,
tutte tematizzate. Si va dai
65 gradi della sauna del sale
ai 75 di quella dell’argilla.
Dagli 85 gradi della sauna
del castagno ai 95
di quella per gli “esperti”
È
un’autentica
oasi
nell’oasi la Spa unica
nel suo genere in Ticino. Oltre 3mila metri
quadrati inseriti nello
Splash&Spa di Rivera. Pochi metri separano il fragore della piscina delle onde e le forti emozioni
degli scivoli della sezione Splash
dall’elegante e ovattato ambiente dedicato al benessere e al puro
relax, che va ben oltre quanto si
trova negli alberghi-Spa, anche
in quelli di lusso. Ci si perde quasi per la ricchezza dell’offerta,
con le saune tematiche, il percorso Hamam coi suoi bagni turchi e
la possibilità di immergersi nell’acqua salina iodata all’esterno.
Per chi ama prendersi cura con
calma di sé stesso, la sezione Spa
del parco acquatico è davvero
l’ideale.
La prima parte della visita alla Spa può partire dal percorso
Hamam, dove è possibile immergersi nell’atmosfera rilassata e
stimolante dei bagni di vapore
profumati a diverse temperatu-
re, le docce con il guanto esfoliante “Lif & Kese”, le zone con la
possibilità di massaggio, la vasca
d’acqua calda con la musica subacquea che rendono particolare
il relax. Prima di riprendere le
energie nell’area relax o con un
massaggio “Arganiae”. E non sarete nemmeno a metà del viaggio nel benessere.
Perché al piano più basso dell’elegante centro si trova la zona
saune. Che si divide in otto settori. Si parte dai 65 gradi di temperatura della sauna del sale, bellissima sala costruita con rocce di
sale dell’Himalaya, che con il loro
colore giallo-arancione sottolineano la sensazione di benessere. Salendo di 10 gradi con la
temperatura ci si immerge nella
sauna dell’argilla, dietro un’ampia vetrata. Per chi è più abituato
alle saune nordiche, gli 85 gradi
Temperature diverse,
docce aromatiche
e acque terapeutiche
come guida per
una giornata speciale
della sauna del castagno e i suoi
intensi profumi sprigionati dal
legno sono l’ideale. All’esterno,
infine, ci si può confrontare con i
95 gradi della sauna ad alta temperatura, posta a poca distanza
dalla vasca salina iodata, in un
tranquillo angolo esterno. L’acqua a 34 gradi e le proprietà dello
iodio aiutano già dopo solo un
quarto d’ora di immersione. Gli
amanti delle sensazioni forti
hanno poi a disposizione anche
una fontana del ghiaccio per stimolare la circolazione e rafforzare il sistema immunitario.
L’alternanza di acqua fredda,
tiepida e calda del percorso
Kneipp, tornando all’interno, è
un'altra proposta ideale per prendersi cura della circolazione sanguigna. Più rilassante, per concludere la visita al livello delle
saune, la doccia aromatica
e la possibilità di utilizzare una delle quattro postazioni per il pediluvio,
con tre programmi automatici di riflessologia
plantare.
L’offerta è molto ampia anche tra gli “extra”.
A TUTTO FITNESS
Da novembre
a Rivera
un nuovissimo
centro tutto
dedicato
al fitness
La
proposta
La ricerca dell’effetto emozionale
affidata alle note che...si respirano
IL PERCORSO HAMAM
La scoperta del benessere
generato dal vapore, dalle
docce speciali e
dall’immergersi nell’acqua
calda e “musicale”
concedono un momento di
rilassamento assoluto
e molti benefici fisici
LA VASCA SALINA IODATA
Già dopo 15 minuti di
bagno nello iodio della
vasca esterna si sentono i
benefici in tutto il corpo.
Soprattutto perché cala
la produzione degli ormoni
responsabili dello stress
e la tiroide lavora meglio
IL “MENU” DEI MASSAGGI
Ricchissimo è il “menu” dei
massaggi a disposizione
dei visitatori (su
prenotazione e a prezzo
extra). Si va dai classici
rilassanti fino al tradizionale
massaggio Thai per
un’infinità di possibili varianti
I TRATTAMENTI ESCLUSIVI
Sono disponibili anche
esclusivi pacchetti Spa Privé
che permettono di rendere
le giornate al centro
wellness di Rivera ancora
più particolari. Sdraio
riservata, flûte di prosecco
e massaggi sono inclusi
Speciali offerte per
addii al celibato
oppure al nubilato
con massaggi, vino
e tanto divertimento
S
otto i tremila metri quadrati della “cupola del benessere”,
nell’area relax di Splash&Spa a partire da settembre verrà anche accarezzata la pienezza dei nostri sentimenti. No, non si
tratta dell’ultima misticheggiante tecnica di massaggio, ma di musica. E non parliamo del solito sottofondo musicale, ma del “suono
del sole”: una musica che non va ascoltata ma... respirata.
Un’installazione sonora inedita, concepita e realizzata da Franco
Mussida, il 68enne fondatore, chitarrista, compositore e cantante
della più longeva e celebrata rock band italiana Premiata Forneria
Marconi, per gli adepti Pfm. Il suo ascolto immerge con delicatezza
le persone in una pluralità di suoni, timbri, voci, che riempie e consola. Le fa sentire intimamente connesse ad un canto perenne di voci
umane e a centinaia e centinaia di suoni e timbri tutti diversi, che
vibrando sottolineano il rinnovarsi salutare della vita che ci lega al
sole. Un suono inarrestabile che cambia timbro con il variare della
luce e della posizione del sole durante le stagioni. L’origine del “suono del sole” è una composizione di 24 ore per centinaia di voci di
presenze strumentali, divisa in sette parti. Ognuna cambia di vocale
ad ogni fase della giornata, dalla I alla
U, dall’Alba alla Notte fonda, scalando
di un posto giorno dopo giorno. Il suo- FRANCO MUSSIDA
no non è diffuso nella cupola da co- Il 68enne fondatore,
muni altoparlanti, ma da sette dipinti. chitarrista, compositore e
Sette quadri risonanti, che espandono cantante della rock band
il suono, facendolo ruotare, nelle italiana Premiata Forneria
quattro direzioni dello spazio. Su ogni Marconi
dipinto Mussida ha creato un racconto poetico, che mostra le forze musicali organizzate che, vibrando,
provocano il nascere di pure emozioni e sentimenti. Il tempo che
scorre viene scandito da uno speciale orologio invisibile fatto di suoni. Minuti, frazioni di ora, ore, non si vedono, ma entrano dalle orecchie. La composizione incentiva l’ascolto contemplativo sollevando
dall’impegno razionale di elaborare melodie e ritmi, come accade
anche nella “musica ambient”. Caratteristica questa che fa del Suono di Sole un’opera artistico-sociale unica nel suo genere.
La
novità
Oltre 1.000 metri quadrati dedicati alla condizione atletica
in collaborazione con Exersuisse per la prima volta in Ticino
E da novembre
spalanca le porte
anche un moderno
centro per il fitness
A
novembre 2015 la struttura Splash&Spa Tamaro
sarà ampliata con una
nuova zona specifica adibita al
fitness. Oltre 1.000 metri quadrati a disposizione degli ospiti
per l’allenamento fisico, di resistenza e il sollevamento pesi. In
collaborazione con Exersuisse,
leader in Svizzera nell’allenamento del rafforzamento muscolare orientato alla salute,
che arriva per la prima volta in
Ticino nel centro acquatico di
Rivera, viene introdotto un concetto di allenamento davvero
unico. Inoltre, tutti i giorni,
verranno offerti corsi, durante i
quali ci sarà una supervisione
dedicata espressamente bambini.
Disponibile a partire dagli
Un innovativo concetto
di allenamento fisico
sinonimo di benessere
e di divertimento
per tutte le fasce d’età
IL CAFFÈ
Estate 2015
6 BENESSERE
7
L’alimentazione.
Come combattere gli errori a tavola tipici dell’estate.
“In una dieta corretta servono anche le proteine.
Sbaglia chi pensa di alimentarsi diversamente”
La tavola sana in vacanza
non è fatta di“insalatone”
EZIO ROCCHI BALBI
N
ella valigia delle
vacanze
estive
spesso i principi
del “mangiare sano” non trovano
spazio. Sì, è vero, dopo mesi di
lavoro è lecito concedersi
qualche libertà a tavola, ma al
ritorno dalle ferie ci si può ritrovare a fare i conti con le
conseguenze degli eccessi.
E uno degli errori tipici
della stagione calda è quello di
illudersi che le poco caloriche
“insalatone” siano una panacea contro il rischio di sovrappeso. “A parte il fatto che in
una dieta corretta servono anche le proteine, sbaglia chi
pensa che alimenti freschi come insalatone, insalate di riso
e pasta fredda siano necessariamente poco calorici - spiega
Nives Montemezzani, dietista
con esperienza pluriennale in
dietetica, della clinica studio
Nutribene di Vezia -. Bisogna
“’La nutrizione deve
essere corretta tutto
l’anno. Ed è molto
importante prestare
cura ai bambini”
fare attenzione a ingredienti e
quantità; un’insalatona può
essere un piatto equilibrato se
preparata con molta verdura e
qualche proteina, come del
tonno al naturale, ma se si
esagera col condimento, usando tanto olio o mettendo troppo formaggio diventa una
bomba calorica”. Eppure evitando alcuni errori comuni è
possibile salvaguardare sia la
linea sia la salute. Tra i classici
sbagli è frequente l’idea che
una “caprese” (ho mangiato
solo una mozzarella coi pomodori...) o una coppa di gelato
(al posto del pranzo mi son fatto un bel gelato...) siano sinonimo di dieta. È un credenza
che va un po’ rivista. “Quello
della mozzarella come formaggio ‘magro’ è un mito; in fondo
è prodotta con latte intero - ricorda Montazzani -. Intendiamoci, è un buon formaggio,
ma non bisogna esagerare.
Anche il gelato usato come sostituto del pasto può andare
bene una volta ogni tanto, ma
dipende dagli ingredienti; oltre al latte le creme contengono anche uova. Vanno bene i
gelati alla frutta e allo yogurt,
facendo attenzione a non farsi
aggiungere sopra la panna, altrimenti è inutile... Ci si può
concedere degli ‘sgarri’, ci
mancherebbe altro, ma bisogna saperli controbilanciare; sì
un gelato nel pomeriggio, ad
esempio, ma è meglio evitarlo
anche dopo la cena”.
Un altro errore tipico della
tavola estiva - soprattutto in
vacanza in albergo o in un villaggio turistico, è quello d’eccedere nelle quantità. Come
non cedere, infatti, alla tentazione di tante cose buone a di-
sposizione, a buffet o cene serviti e riveriti? “Come, con la
bella stagione, è difficile resistere ad una bella grigliata aggiunge la dietista -. E la griglia è un ottimo metodo di cottura, ma un menu dietetico
IMBANDITA MA NON TROPPO
Lasciarsi andare, rilassarsi
ma evitare di ingurgitare
tutto quello che vi viene
servito sul tavolo. È anche
questione di bon ton
non è certo a base di costine,
salsicce e bratwurst; può essere ottima anche una grigliata
con verdura, pannocchie,
gamberoni, carni bianche”.
Oltre all’avvertimento di bandire, nella stagione più calda, i
superalcolici, la dietista ricorda che l’alimentazione deve
essere corretta tutto l’anno, e
che la tavola d’estate non è
una licenza alla trasgressione:
“Basandomi sulla mia esperienza invito a fare attenzione
ai bambini, che in vacanza,
forse perché meno coinvolti
nei molteplici impegni del periodo scolastico, tendono ad
aumentare di peso - conclude . Per contraltare gli adulti superstressati, pur mangiando
d’estate, calano senza l’effetto
stress. E poi, nonostante tutti
gli avvertimenti e proponimenti, ci sono quelli che non
resistono alle tentazioni culinarie del periodo, ai cibi ‘esotici’ se la vacanza è all’estero.
Non a caso i souvenir che nella
maggior parte dei casi si portano a casa dalle vacanze sono
soprattutto prodotti alimentari
tipici del Paese visitato...”.
L’allarme
I piatti fasulli
Quei menu “acchiappaturisti”
con ingredienti tipici taroccati
SPAGHETTI ALLA BOLOGNESE
Anche se diffusi in tutti i menù
delle vacanze (riviera adriatica
inclusa), in realtà gli spaghetti
conditi con sugo di pomodoro e
polpettine non esistono nella
realtà gastronomica emiliana
F
PASTA ALLA CARBONARA
Uno dei tarocchi più propinati,
anche nelle trattorie “tipiche”
romane, la carbonara con
prosciutto cotto al posto del
guanciale e formaggio grattugiato
al posto del pecorino romano
orse non costituisce un attentato
alla salute, ma la tavola d’estate
può diventare una vera e propria
“imboscata” quando, cedendo alle lusinghe della cucina tipica in vacanza
ci si imbatte nei menu “tarocchi”.
L’Italia, com’è noto, vanta il record
di essere il Paese con il maggior
numero di prodotti alimentari da
esportazione “clonati”; un danno
economico e d’immagine inestimabile
per il meglio del made in Italy. Nello
stesso tempo, però, anche per chi trascorre le vacanze in questa meta da
sempre preferita dai turisti rossocrociati il rischio “fregatura” è in agguato.
È un avvertimento lanciato dalla
stessa Coldiretti, la principale organizzazione degli imprenditori agricoli a livello nazionale ed europeo con un milione e mezzo di associati, in un’indagine affidata alla Ixe’ che rileva la diffusione dei menu “acchiappaturisti” e
dei falsi souvenir di prodotti tipici che,
con la crisi economica, si sono moltiplicati lungo tutta la penisola. Eppure la
stessa inchiesta ammette che la maggior parte dei vacanzieri estivi, quando
mangia fuori è attratto dalla cucina tipica. Ed è pure disposta a pagare di
più, pur di gustare le specialità locali.
Cosa che non impedisce, soprattutto
nelle località a maggior tasso turistico,
di imbattersi in ristoranti che offrono
ricette che con l’originale hanno poco o
nulla da spartire. Dalla classica cotoletta alla milanese preparata con carne
di pollo o maiale, fritta nell’olio di semi
Rebirthing o respirazione consapevole
Momenti
di benessere
La riscoperta graduale del ritmo naturale della respirazione, armonizza corpo,
mente e spirito; le conseguenze sono rilassamento, benessere e creatività.
Imparando a respirare consapevolmente, RISCOPRIAMO per gradi il ritmo
naturale della respirazione e sciogliamo schemi respiratori limitanti.
L’uso della respirazione connessa e consapevole risulta una delle tecniche
più efficaci e complete di rilassamento.
Il respiro é potente e smuove il mondo interiore, può essere considerato
la CHIAVE TRA IL CONSCIO E L’INCONSCIO. Quando reprimiamo qualcosa,
reprimiamo inconsapevolmente anche il respiro perché esso potrebbe riattivare
quello che non vogliamo più permetterci di “respirare”.
Con la respirazione connessa e consapevole si raggiunge una condizione
di PURIFICAZIONE FISICA, mentale e energetica che ci porta a una maggiore
concentrazione, a una maggiore autostima liberandoci dallo stress
e aumentando il rendimento nella nostra vita.
MAGNESIO
SUPREMO
naturalmente
ANTISTRESS
La carenza di magnesio si può manifestare con:
• STRESS
• STANCHEZZA
• IRRITABILITÀ, NERVOSISMO
• MAL DI TESTA
• SONNO AGITATO
• DIFFICOLTÀ AD ADDORMENTARSI
• SINDROME PREMESTRUALE
• SPASMI E CRAMPI MUSCOLARI
• IRRIGIDIMENTO E DOLORI
MUSCOLARI
• FRAGILITÀ OSSEA
• STITICHEZZA
FORMULA
SCEGLI LA A LE
O R IG IN
Nel cuore di Locarno, l’elegante LABO Lounge è il rifugio perfetto per tutti
coloro che sono alla ricerca di pace e relax o desiderano rigenerarsi, per
poi tornare alla quotidianità profondamente distesi e pieni di energia.
Al centro vi è un’esperienza spa olistica e sensoriale focalizzata sull’equilibrio
fra corpo e mente. E anche il programma di “coccole” completo adattato
... per una naturale dis tensione
PERCHÉ MAGNESIO SUPREMO ®:
Formula originale. Ciclo di produzione dedicato senza contaminazione di sostanze
estranee. Selezione accurata delle materie prime. No OGM e senza glutine. Acido citrico
da fermentazione naturale. pH e RDA (dose giornaliera consigliata) ottimali per una
completa assimilazione.
325 funzioni vitali si attivano in presenza del magnesio, che è un elemento
straordinario e senza eguali fra tutti i
minerali utili all’organismo. Con il
magnesio il nostro corpo si regola
come il meccanismo di precisione di un
orologio. Ma se il magnesio scarseggia, certe funzioni chiave si inceppano:
l’equilibrio tra calcio, potassio e sodio,
la formazione delle proteine, l’energia
delle cellule, il livello del glucosio… e
diventiamo stressati, stanchi, nervosi, tesi,
doloranti. Il magnesio è indispensabile,
LABO Lounge:
la nuova Day Spa a Locarno
imparare ad integralo in modo corretto
può migliorare il tono di ogni nostra
giornata.
MAGNESIO SUPREMO® è un integratore
alimentare solubile e dal sapore
gradevole. Natural Point lo commercializza in Italia dal 1993, seguendo la
formulazione con la giusta miscela
d’ingredienti che assicurano la massima biodisponibilità.
MAGNESIO SUPREMO® è una formula
in polvere che, sciolta in acqua, viene
convertita in magnesio citrato.
Punto vendita e distributore per la Svizzera:
su misura ai desideri di ognuno, che comprende trattamenti viso e corpo,
manicure & pedicure e massaggi, esaudisce ogni più piccolo desiderio.
Nella boutique LABO Lounge, gli ospiti trovano inoltre lussuosi prodotti
come candele o oli da bagno che trasformano la propria casa in una
mini-spa, accanto ad accessori da interni e articoli da regalo.
LABO Lounge
Palazzo La Ferriera
Via B. Luini 12, 6500 Locarno
T 091 600 00 25
www.labospa.ch
via Lisano 3, CH-6900 Massagno
Tel.: 091 967 33 12 - Fax: 091 966 85 65 − [email protected] - www.nampex.com − IVA: CHE 108.777.067
al posto della carne di vitello rosolata
nel burro, fino all’oliera sul tavolo, o la
bottiglia spacciata come extravergine d’oliva italiano Dop contenente, invece, olio di dubbia
qualità. E questo nonostante una
legge europea, voluta proprio dall’Italia, preveda l’uso nei ristoranti dell’extravergine solo in bottiglie dotate
di apposito tappo anti-rabbocco.
È vero che i turisti stranieri,
nella maggior parte dei casi, richiedono quei pochi piatti “tipici” che vanno per la maggiore, ma non è un buon motivo
per rifilare la tradizionale pasta al pesto con mandorle, noci
o pistacchi al posto dei
pinoli e con formaggio
anonimo che sostituisce il previsto pecorino
sardo.
I falsi menu non esentano nemmeno la tradizione siciliana, con la pasta alla Norma preparata spesso con
semplice formaggio grattugiato al posto della ricotta salata. Tra i falsi culinari estivi più spacciati in tutta la penisola gli “spaghetti alla bolognese”, una
invenzione per stranieri completamente sconosciuta nella città felsinea.
Il pericolo frodi riguarda anche il
souvenir enogastronomico. Il consiglio
della Coldiretti, oltre a rivolgersi direttamente ai produttori locali, è di accertarsi che sulle confezioni ci sia il caratteristico logo (Dop/Igp), a cerchi blu e
gialli con la scritta per esteso.
COTOLETTA ALLA MILANESE
Onnipresente nei menu, ma la
meno salubre quando viene usata
carne di pollo o maiale fritta
nell’olio di semi più economico sul
mercato al posto della classica
carne di vitello cotta nel burro
LA CAPRESE
Tra i piatti tipici più traditi della
costiera amalfitana c’è la pseudo
“caprese” che, al posto della
mozzarella di bufala o del
fiordilatte, spesso viene servita
con formaggio industriale
IL TIRAMISÙ
Tra i dessert “fatti in casa” più
taroccati il tiramisù; quando
addirittura non è un decongelato
da discount nella maggior parte
dei casi vede utilizzata la panna
al posto del mascarpone
Chi ha detto
che per mangiar bene
devi essere un golfista?
Ristorante aperto a tutti e non solo golfisti
Ideale per banchetti, matrimoni e eventi
Location tranquilla e suggestiva
Ampio posteggio a disposizione dei clienti
Ogni giovedì specialità dalla griglia e non solo
Ogni venerdì specialità di tartare
ra
t
a
in
S
ti
k
n
n
e
a t
r
m
F
e
l
t
a
e
e
o ny Il di 8
t
u
Tribn Den band
co sua
e la
Ristorante Bucadiciannove
Golf Club Patriziale Ascona
Via Lido 81
6612 Ascona
Tel. 091 791 21 59
[email protected]
Menu de
gustazio
ne
"New Orl
eans Sty
le"
CHF 8 9.—
p
È gradita er persona
la riserva
zione
a l 0 91 7 9
1 21 5 9
Dom
dall enica
Fina e 18:3 5 lug
lio
of J l Jazz 0
azz
Asc Party
ona
201
5
IL CAFFÈ
Estate 2015
BENESSERE
9
La terza età.
Montagna,mare o lago poco importa.
Per chi soffre di qualche patologia
meglio chiedere consiglio al proprio
medico. Verificare sempre le strutture
sanitarie e non dimenticare di
mettere in valigia una scorta di farmaci
Ecco il vademecum
delle ferie intelligenti
per over settanta
in forma o più fragili
I consigli
LE VERIFICHE
Mai partire all’avventura. Chi soffre
di qualche patologia deve sempre
verificare che sul posto ci sia un
ospedale e avere con sé un
rapporto medico in inglese
I MEDICINALI
Mettere in valigia tutti i medicinali
necessari. Ma premurarsi di
portarne anche una scorta, non si
sa mai che per qualche imprevisto
la vacanza duri più del previsto
PATRIZIA GUENZI
L
a vacanza della terza età, per
forza di cose, non è più quella
degli anni giovanili, e nemmeno quella dell’età adulta, con
figli al seguito. Cambia. Altre
mete, altri modi di viaggiare e di rilassarsi. Soprattutto se l’over 70 non è più
in perfetta forma fisica, soffre di qualche patologia, ha problemi di deambulazione e assume farmaci, ma non per
questo deve rinunciare a trascorrere
qualche settimana fuori casa. Come
scegliere la giusta meta? “Non tutti gli
anziani sono uguali - spiega il geriatra
Graziano Ruggieri -. Ci sono quelli fit e
quelli più fragili, con alcune disabilità e
un’autonomia ridotta. Per questi è sempre meglio preparare bene il viaggio e,
prima, chiedere consiglio anche al proprio medico curante”.
Pubblicità
LE METE IDEALI
Mare, montagna o lago poco
importa. Dipende dalle condizioni
di salute. Sempre meglio,
comunque, consultarsi col proprio
medico curante per un consiglio
Prendendo tutte le precauzioni del
caso, la vacanza si rivelerà un toccasana. Inoltre, a questa età si è sviluppato
un sano spirito di adattamento che aiuta ad accettare eventuali limiti fisici.
“Per chi ha più problemi esistono anche
associazioni specifiche che organizzano
viaggi e soggiorni in tutta sicurezza,
penso ai malati di Alzheimer ad esempio”, aggiunge il medico. Per gli altri,
quelli ancora in forma e che magari durante l’anno si mettono a disposizione
dei figli per la cura dei nipotini, una vacanza è più che meritata. Fossero anche
soltanto pochi giorni alle terme, per ritemprare corpo e mente.
Comunque sia, sarebbe un errore
pensare che i senior siano vacanzieri
acritici e facilmente manipolabili. Le ricerche più recenti hanno sfatato molti
dei falsi miti legati alla terza età. Ad
esempio, non è vero che preferiscono
soltanto posti tranquilli e isolati. Basti
vedere quanti sono quelli che, almeno
una volta l’anno, salpano in crociera, si
divertono, visitano città e si godono tutte le opportunità offerte da questo tipo
di vacanza. Una vacanza tutt’altro che
riposante nel suo genere, ma unica per
chi ama visitare posti nuovi in pochi
giorni e, perché no, conoscere altre persone.
La settimana al mare resta un classico, a qualsiasi età. L’acqua salata possiede delle proprietà antibatteriche fondamentali per la cura di eczemi e pso-
Non è vero che i nonni
preferiscono solo posti
tranquilli e isolati. Basti
vedere quanti sono quelli
che scelgono la crociera
riasi. Chi soffre di ritenzione idrica può
ricavarne molti benefici, l’acqua marina
riattiva la circolazione sanguigna e migliora l’ossigenazione dei tessuti. Detto
questo non va dimenticata quella categoria di senior che soffre di qualche patologia seria, ma desidera comunque
partire. Dopo aver chiesto al proprio
medico curante, messi in valigia i farmaci indispensabili, dovrà verificare se
sul posto c’è un ospedale attrezzato cui
fare riferimento in caso di bisogno. Per
cardiopatici, diabetici e per chi soffre di
insufficienza renale è fondamentale
non partire all’avventura. Inoltre, a dipendenza della patologia bisognerà modificare il proprio comportamento. Chi
soffre di cuore, ad esempio, dovrà prestare attenzione a tutte quelle attività
improvvise e faticose, soprattutto se
l’organismo non è abituato ad essere
sollecitato in modo eccessivo e nel corso
dell’anno il massimo sforzo è quello di
cambiare canale col telecomando. Queste persone dovranno evitare anche di
trascorrere ore e ore sotto il sole o intraprendere camminate lunghe.
Insomma, anche misura e giudizio
vanno infilati nel bagaglio del nonno. I
diabetici non devono dimenticare una
scorta di insulina, che ecceda almeno di
una settimana la durata del viaggio, oltre a integratori salini, disinfettanti, antibiotici e tutto il necessario per tenere
sotto controllo la glicemia. Per chi ha
un’insufficienza renale la vacanza non è
più un miraggio come lo era sino a qualche anno fa. Sempre più Paesi mettono
a disposizione servizi di dialisi. “Per tutti - conclude Ruggieri -, l’ideale è avere
con sé un rapporto medico con la propria storia clinica, meglio in inglese, [email protected]
gua universale”.
[email protected]
IL CAFFÈ
Estate 2015
BENESSERE
11
Piedi e gambe.
Dopo l’inverno arriva
il tempo del relax.E la
mattina bisogna sbarazzarsi
di scarpe e infradito
per allenare i muscoli
periferici del nostro corpo
Magari in compagnia...
Ginnastica soft a piedi nudi sulla sabbia
Camminare sulla spiaggia ha effetti benefici sul fisico e il sistema vascolare
MAURO SPIGNESI
L
o fanno gli atleti come
sistema di riabilitazione dopo un infortunio
o per combattere le
tendiniti. Ma lo fa anche chi cerca un po’ di benessere. Camminare o correre sulla
sabbia fa bene. Muove i muscoli,
stimola il cuore e l’intero sistema vascolare. I medici lo consigliano e anche i fisioterapisti dicono che la passeggiata sulla
spiaggia aiuta in caso di dolori
alla schiena. Non solo. Migliora
la sensibilità e anche il senso
dell’equilibrio. D’altronde diversi studi hanno fatto emergere
come tante popolazioni africane
che camminano rigorosamente
a piedi scalzi, ad esempio gli etiopi (che scalzi
affrontano anche lunghe corse) o anche i
Masai che vivono negli
altopiani lungo il confine fra Kenya e Tanzania, difficilmente hanno dolori articolari.
Camminare a piedi
nudi nella sabbia è
dunque un esercizio
salutare, oltre che un
piacere o un gioco se
fatto in compagnia.
Muovere correttamente l’arco
plantare stimola la circolazione
ma soprattutto regala un massaggio naturale. E va fatto
d’estate quando il piede ha bisogno di recuperare le fatiche alle
quali è stato sottoposto durante
l’inverno stretto nelle scarpe
chiuse o in calze di lana o cotone
per gli uomini o su tacchi alti per
le donne. Secondo gli esperti basta ritagliarsi anche dieci minuti
quando si è in vacanza per poter
effettuare alcuni esercizi piuttosto semplici.
Come? Si appoggia il tallone
sulla sabbia e poi si procede facendo aderire la pianta del piede
sul terreno, quindi si forza un attimo, spingendo in avanti in modo elastico. In questo modo si
muove l’intera muscolatura del
piede e della gamba. Un esercizio che secondo i fisioterapisti
produce anche un certo benessere in caso di infiammazioni.
Naturalmente non bisogna esagerare, se si sente qualche muscolo tirare bisogna smettere
subito, così se si prova dolore.
La tendenza
Secondo gli esperti
basta ritagliarsi
10 minuti quando
si è in vacanza per
effettuare esercizi
piuttosto semplici
Corsa verso la libertà
per combattere
osteoporosi e“ciccia”
S
I “runner” sono
sempre più numerosi,
una passione che
conquista le donne
ma serve attenzione
Dopo qualche giorno di allenamento si può anche cominciare
a svolgere qualche esercizio, come camminare sui talloni e poi
sugli avampiedi in modo da allungare i tendini, come fanno
spesso i calciatori quando svolgono il riscaldamento prima di
i fa per dimagrire. Per tenersi in forma. Per aumentare la capacità di resistenza. Ma anche per combattere l’osteoporosi. E fa
bene alla pressione. Correre è sinonimo di salute, oltre che di
libertà. Per questo sempre più persone infilano le scarpette e la tuta
da ginnastica la mattina quando possono o la sera una volta fuori
dall’ufficio, percorrono chilometri su chilometri. La rivista Runner’s
World ha provato anche a calcolare quanto questa passione coinvolga uomini e donne. E queste ultime sono quelle che ultimamente
stanno praticando la corsa, partecipando anche a maratone particolarmente impegnative, con più impegno. In prevalenza, tuttavia, sono gli uomini a mettersi più frequentemente per strada. Il rapporto
generale è di 80 per cento a 20. Con due punte estreme: la Spagna
dove gli uomini che corrono sono l’83 per cento e il Sudafrica, dove
invece il rapporto si ribalta decisamente e le donne sono il 59 per
cento. Ma correre, o comunque provare a muoversi, sta diventando
una pratica sempre più diffusa. E basta osservare il lungolago di Lugano, o quello di Locarno, le strade cantonali che attraversano il Ticino per rendersi conto quante persone a certe ore si impegnano nelle loro tute inzuppate di sudore. Tanti si muovono certamente per
tornare in forma dopo il lungo inverno, ma sono parecchi anche
quelli che corrono con una certa costanza, con metodo, anche sotto
la pioggia o sfidando la resistenza del vento nelle giornate dove il sole si nasconde dietro le nuvole.
Bisogna però fare attenzione. Perché correre non è una pratica,
come potrebbe apparire, semplice. Servono cautele, perché il corpo
deve rispondere alle stimolazioni e non va mai messo sotto pressione, né si deve forzare la muscolatura. Meglio, quindi, almeno nei primi tempi rivolgersi a uno specialista, un personal trainer per esempio, che dopo una analisi su peso, pressione, capacità polmonare e
altri fattori, può tracciare una tabella di lavoro. Un impegno che cresce progressivamente in modo tale da non andare incontro ad alcun
problema. Una indicazione che vale soprattutto per chi è avanti
nell’età, ma anche per chi vuole prepararsi, ad esempio, per una corsa amatoriale che comunque visti i chilometri che frequentemente
si percorrono in competizioni di questo tipo, resta un impegno da affrontare con le dovute cautele.
gare che prevedono particolarmente impegnative.
L’estate, comunque, è il momento migliore per svolgere
questo genere di attività. E,
sempre gli esperti, spiegano che
l’orario ideale è racchiuso nelle
prime ore del mattino, quando la
temperatira è fresca e ancora
non si sente la pressione del caldo e soprattutto il terreno non è
bollente come nelle ore attorno
a mezzogiorno. Peraltro camminare a piedi nudi sulla sabbia
migliora anche l’aspetto dei piedi perché si ottiene un “effetto
levigante”, quasi di piccole
abrasioni salutari che aiutano ad
eliminare la pelle morta e piccole zone dove si è formata una
certa callosità. La sabbia fa bene
anche ai talloni rugosi e alle unghie inspessite, soprattutto se
dopo la passeggiata si immergono i piedi e poi una volta ammorbiditi si passa una spugna
con acqua dolce e sapone. E la
sera prima di andare a dormire
si usa un balsamo apposito. Un
consiglio, spiegano medici e podologi, che riguarda sia i giovani, abituati alle scarpe da tennis
che d’inverno costringono il piede a convivere con l’umidità,
che gli anziani che invece debbono fare i conti con i mali dell’età che colpiscono anche piedi
e in alcuni casi li deformano.
Va evitata invece, soprattutto se non si è allenati, la corsa
sulla sabbia del bagnasciuga. E
questo perché la sabbia è bagnata e il piede affonda di più, la
muscolatura viene messa sotto
sforzo e il lavoro del tallone, in
particolare, potrebbe provocare
strappi o, nei casi peggiori, lesioni. Inoltre il fondo bagnato
soprattutto per chi ha una pelle
sensibile potrebbe anche causare vesciche e per questo è consigliabile indossare scarpe da jogging che tuttavia in parte sottraggono effetto benefico. Insomma, a piedi nudi sulla sabbia
è un’altra cosa.
[email protected]
[email protected]
IL CAFFÈ
Estate 2015
12 BENESSERE
13
La salute.
È rimasta in letargo per mesi sotto
i vestiti,ma con la bella stagione
l’epidermide torna a vedere la luce.
Il primo obiettivo è farla abbronzare,
anche se il solleone non le è amico...
Le lampade
A
ndare al mare bianchi come mozzarelle o magari
giocare d’anticipo e colorarsi un po’ con qualche seduta
di lampade solari che non solo ci
fanno apparire più in linea con i
colori dell’estate, ma preparano
la pelle al sole?
In pochi, ormai, non si fanno
prendere dal dilemma pre-estivo. E sono sempre di più quelli
che cedono alla tentazione del
solarium a ridosso delle vacanze. Se l’aspetto ci guadagna, tuttavia, la salute rischia di perderci. Le lampade e i lettini abbronzanti rilasciano le stesse radiazioni ultraviolette emesse dal
sole le quali, se prese senza opportune cautele, rischiano di
danneggiare la pelle. Tuttavia
sono molto più concentrate:
quindici minuti di lampada ab-
Anche la pelle
può conquistare
un posto al sole,
ma senza strafare
ANTONINO MICHIENZI
I
I raggi ultravioletti
possono accelerare
l’invecchiamento
cutaneo, un’eccessiva
esposizione è il
principale fattore per
l’insorgere di melanomi
l primo vero sole. Le temperature che salgono. E i
vestiti che si alleggeriscono, diventano più corti. Finché finalmente la
pelle, nascosta da mesi, riemerge come da un lungo letargo. È
l’altra faccia dell’estate, quella
in cui il corpo e la sua superficie
riprendono il sopravvento. Ristabiliscono il proprio rapporto
con l’ambiente fisico, si mettono nuovamente in mostra. Nulla di più naturale, dunque, che
riemerga la voglia di prendersi
cura della pelle. Visite dall’estetista più frequenti, scrubs,
ma soprattutto ci si comincia a
chiedere come prepararsi nel
modo migliore per il sole.
Diciamolo subito: ricette
magiche non ne esistono. Il sole
può essere un grande alleato
della salute, fa anche bene alle
ossa, tira su l’umore, previene
perfino alcune forme di cancro.
Ma per la pelle è tutt’altro che
un amico: i raggi ultravioletti
accelerano l’invecchiamento
cutaneo, un’eccessiva esposizione è il principale fattore di
rischio per l’insorgenza di tumori cutanei e perfino la stessa
abbronzatura è in realtà una
sorta di meccanismo naturale
di difesa che la cute mette in atto nei confronti dei raggi solari
mediante la produzione di un
pigmento
la
melanina, da
parte di alcune
cellule specializzate i melanociti.
Nonostante
ciò, farsi baciare dal sole e
conquistare
una tintarella
da esibire orgogliosi è l’obiettivo dell’estate
per la maggior
parte di noi. Allora, un buon
inizio può essere quello di scegliere con cura ciò che mettiamo nel piatto: un maggiore
consumo di frutta, verdura e
acqua giova molto all’estetica
della pelle conferendole colore
e tonicità. L’apporto di carotenoidi (contenuti principalmente
in frutta e ortaggi di colore gial-
lo-arancio) è associato a una tonalità più gialla della pelle e
rende più intenso il colore
dell’abbronzatura. La frutta andrebbe consumata almeno tre
volte al giorno, avendo cura di
sceglierla matura e quando
possibile di mangiarla con la
buccia (ricchissima di sostanze
utili come gli antiossidanti):
tutti i frutti estivi vanno bene.
Per quanto riguarda le verdure,
ne bastano due porzioni, privilegiando quelle colorate (peperoni, cavolo rosso, carote, pomodori). Con una dieta così,
salvo casi particolari, non c’è
bisogno di ricorrere a integratori o vitamine.
E poi arriva il momento del
mare. I consigli per un’abbronzatura perfetta possono essere
racchiusi in una parola: gradualità. È vero che le vacanze sono
sempre più corte e che si vorrebbe raggiungere il top in quei
pochi giorni di relax. Ma è inutile sottoporre la pelle a tour de
force: il risultato potrebbe essere una scottatura.
È quindi bene cominciare da
un’esposizione di 45-50 minuti
il primo giorno, aumentando
nel secondo il tempo di esposizione fino a ottenere in 15-20
giorni un’abbronzatura uniforme e duratura. Si dovrebbe
inoltre evitare l’esposizione tra
le 11 e le 15.
L’applicazione di una crema
protettiva non è un optional. Il
livello di protezione va scelto
tenendo conto del proprio fototipo: quanto più si è chiari tanto
più si è sensibili al sole e quindi
deve essere alto il livello di protezione. Inoltre è bene evitare
alcuni comunissimi errori: la
crema, per esempio, andrebbe
applicata almeno 30 minuti prima dell’esposizione al sole, perché così ha tempo di essere assorbita dalla pelle; non trascurare zone delicate come i piedi,
le ascelle o le labbra; non rinunciare alla crema solo perché il
sole non sembra sufficientemente forte. E poi, è necessario
continuare ad applicare la crema anche quando si è già abbronzati perchè è vero che la
pelle abbronzata è più attrezzata per difendersi dalle scottature, ma l’abbronzatura non protegge dai danni a lungo termine
dei raggi Uv.
Come è difficile resistere
alla pericolosa tentazione
del solarium last minute
bronzante equivalgono a circa 34 ore di sole mediterraneo preso
in una tarda mattinata estiva.
Non è un caso, dunque, se l’Organizzazione mondiale della sanità ha incluso lampade e lettini
abbronzanti tra i cancerogeni. Al
pari del fumo per intenderci.
Per questo le principali autorità sanitarie del mondo sconsigliano il loro utilizzo per fini
estetici, ricordando anche che
non è affatto vero che una pelle
colorata con la luce artificiale si
abbronzi meglio.
Se proprio non si vuole farne
a meno, però, è meglio ricordarsi di alcune piccole accortezze
per ridurre al minimo i rischi.
Innanzitutto è importante conoscere la propria pelle (il cosiddetto fototipo). Le persone
chiare sono più suscettibili ai
danni dei raggi ultravioletti e
nel caso in cui si abbiano anche
i capelli rossi (il fototipo più
sensibile) è meglio evitarle del
tutto. È bene che rinuncino al
solarium anche le persone con
molti nei, quelle che stanno assumendo farmaci che possono
rendere più sensibile la pelle e
quelle che hanno un parente
che ha sofferto di cancro alla
pelle. Assolutamente vietate,
poi, per i minori.
Per tutti gli altri vale una sola regola: farne uso con buon
senso. È essenziale rivolgersi a
centri qualificati, non esagerare
con il numero di sedute né con
la loro frequenza, ricordarsi di
proteggere sempre gli occhi e
non cedere alla tentazione di
utilizzare prodotti che accelerino l’abbronzatura.
LE RADIAZIONI
Quindici minuti di “lettino”
equivalgono a circa 3-4 ore
di sole mediterraneo
L’unica ricetta è affidarsi alla protezione di lenti scure e di buona qualità
I consigli
L’ALIMENTAZIONE
Un maggiore consumo di frutta,
verdura e acqua giova molto
all’estetica della pelle
conferendole colore e tonicità. La
frutta (matura)dovrebbe essere
consumata tre volte al giorno
La vista
L’ESPOSIZIONE
La parola d’ordine è gradualità. Si
comincia con 45-50 minuti di sole
il primo giorno aumentando
progressivamente l’esposizione.
Si dovrebbe inoltre evitare
l’esposizione tra le 11 e le 15
LE CREME
L’applicazione di una crema
protettiva non è un optional.
E va applicata almeno trenta
minuti prima dell’esposizione al
sole, perché così ha tempo di
essere assorbita dalla pelle
Non solo creme per proteggere i più piccoli
I bambini
Tra spiaggia È
e mare
con i bimbi
la cautela
è d’obbligo
il loro momento. Dopo mesi trascorsi a scuola e con al
massimo poche scorrazzate di qualche ora al parco finalmente la libertà. Quella vera. La possibilità di correre, rotolarsi, sporcarsi, giocare. Senza rimproveri né
troppi limiti. Il mare sembra fatto apposta per i bambini.
Purché mamma e papà stiano ben attenti a far sì che nulla
turbi la loro serenità.
A cominciare dal rapporto con l’acqua. Sorvegliarli
sempre, anche quando sanno nuotare o stanno giocando
sulla battigia, è d’obbligo. Il mare è imprevedibile e nessun
bambino è sufficientemente addestrato per rispondere
adeguatamente in ogni situazione. Sarebbe però bene,
specie per quelli più piccoli, avere sempre a disposizione
una piscinetta che consenta ai piccoli di rinfrescarsi o togliersi di dosso la sabbia senza essere obbligati a tuffarsi
nel mare.
Anche il sole, però, va affrontato con cautela. La
pelle dei piccoli è particolarmente sensibile: per questo
sono assolutamente da evitare le ore centrali del giorno (tra le 11 e le 16). Occorre inoltre scegliere una crema con alta protezione e ripetere l’applicazione per più
LA SCHERMATURA
Il livello di protezione della crema
solare va scelto tenendo conto
del proprio fototipo: quanto
più si è chiari tanto più si è
sensibili al sole e quindi deve
essere alto il livello di protezione
volte durante la permanenza al mare. Per i bimbi
più piccoli è meglio osservare qualche cautela in
più: fino a un anno è consigliabile non esporli direttamente al sole facendoli rimanere sotto l’ombrellone e coprendoli con indumenti leggeri, cappello e occhialini da sole.
Il mare, inoltre, porta
con sé un disturbo molto Un aspetto che non
frequente nei bambini: le dovrebbe essere mai
otiti. Il ristagno d’acqua trascurato è la
nell’orecchio, infatti, crea
un ambiente ideale per la corretta idratazione
crescita di germi. Per pre- dopo tanto sudore
venire le infezioni occorre
controllare sempre che i bambini si asciughino le orecchie,
evitando l’uso di bastoncini cotonati.
C’è poi un aspetto che non dovrebbe essere mai trascurato quando si portano i bimbi al mare: la loro corretta idratazione. Anche quando le temperature non sono elevatissime, i bambini al mare possono passare ore a giocare. E sudando si perdono liquidi. È fondamentale dunque assicurarsi che il bambino assuma un’adeguata quantità di acqua e se l’attività fisica è prolungata, fare bere anche bevande contenenti zuccheri e sali minerali.
Occhio agli occhi
possono subire
una... scottatura
B
asta incrociarlo per un attimo con lo sguardo perchè gli occhi
si serrino. E non è un caso: il sole è una fonte di luce troppo forte per i nostri occhi, così in millenni di evoluzione il nostro organismo ha sviluppato un semplice ma efficace meccanismo per proteggerci.
Per capire quanto il sole possa essere dannoso per gli occhi, basta
pensare a quel che può succedere quando lo si guarda direttamente. Bastano dieci secondi per subire una bruciatura della retina con danni irreversibili.
Ma non è necessario guardare dritto il sole perché gli occhi
subiscano danni. Una giornata al mare (ma anche sulla neve!), senza gli occhiali da sole, può produrre per esempio nelle
persone più sensibili una scottatura sulla superficie dell’occhio simile a quella che si verifica sulla pelle (fotocheratite o fotocongiuntivite) che provoca bruciore e rossore. In genere non è
niente di grave e il problema si risolve con una notte di sonno.
Ma se il danno è più serio è bene rivolgersi a un medico.
I danni del sole, tuttavia, sono il più delle volte subdoli e
tendono ad accumularsi nel tempo. Molte persone che nel
corso della vita hanno subito prolungate esposizioni al sole
possono avere maggiori probabilità di soffrire di cataratta o di
pterigio, una patologia conseguente alla formazione di una
membrana che, dalla zona più vicina al naso, tende a invadere buona parte dell’occhio. Più alto è anche il rischio di
soffrire di degenerazione maculare.
Da tempo, inoltre, è presente il sospetto che una eccessiva esposizione al sole possa essere un fattore di rischio
per lo sviluppo del melanoma uveale, un tumore dell’occhio simile a quello che colpisce la pelle.
Per godersi il sole senza rischi agli occhi c’è una sola
ricetta: indossare sempre occhiali con lenti scure e di buona qualità. Un suggerimento che vale anche per i bambini, soprattutto per quelli che nella bella stagione soffrono
di congiuntiviti dovute propria all’alta sensibilità ai raggi ultravioletti.
Prolungate e ripetute
esposizioni solari
aumentano i rischi
di formazione
di cataratta e pterigio
AMA LA TUA IMMAGINE
ELIMINA IL GRASSO OSTINATO
SENTITI IN FORMA E RITROVA LA TUA SILHOUETTE SENZA CHIRURGIA NÈ CONVALESCENZA
1RQRVWDQWHOHGLHWHHOŒHVHUFL]LRŴVLFRla tua linea non ti soddisfa? Da Academia Day Clinic a Chiasso congeliamo i tuoi antiestetici
accumuli di grasso e te ne liberiamo una volta per tutte! Come? Grazie a Coolsculpting, la tecnologia che, senza chirurgia, anestesia né
convalescenza ti garantisce gli stessi risultati stabili di una liposuzione.
Congela definitivamente il tuo grasso da Academia Day Clinic! Visita il sito www.academiadayclinic.ch e scopri a Chiasso
LA PRIMA DAY CLINIC IN TICINO SPECIALIZZATA IN MEDICINA E CHIRURGIA ESTETICA.
Prima
16 settimane dopo la sessione
Procedura eseguita dal Dott. John B Fasano
Prima
12 settimane dopo la sessione
Procedura eseguita dal Dott. Barry DiBernardo
Più di 1 milione di trattamenti eseguiti. Ti aspettiamo in
Academia Day Clinic, gli specialisti CoolSculpting in Ticino.
Quartiere Arcadia
Via Livio 20 - 6830 Chiasso
[email protected]
www.academiadayclinic.ch
NOI CI SIAMO SEMPRE!
Academia Day Clinic vi risponde al telefono
24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno.
Tel. 091 682 62 62
La procedura CoolSculpting per la riduzione non invasiva dello strato di grasso è disponibile in tutto il mondo. CoolSculpting, il logo CoolSculpting, Amate la vostra immagine, Freeze Detect
e l’immagine del fiocco e di neve sono marchi registrati di ZELTIQ Aesthetics, Inc. © 2014. Tutti i diritti riservati. I prodotti descritti in questo documento possono essere protetti dal Brevetto
U.S.A. numero 7.367.341. Altri brevetti e richieste di brevetto sono in fase di approvazione in tutto il mondo. 200958-A.
I risultati possono variare per ogni singolo paziente. I pazienti indicati sono all’interno +/- 2,25 chili di peso originale se non specificato.
IL CAFFÈ
Estate 2015
BENESSERE
15
Le idee.
Bagni,docce gelate,cuscini di noccioli caldi e freddi. Tra le“100
nuove idee per l’estate a prova di meteo”firmate Migros,ampio
spazio anche a benessere e relax,alla cura del corpo e del viso
Home hammam, latte e fieno
per un wellness rigenerante
PATRIZIA GUENZI
D
Per piedi...
AFFATICATI
A base di lattuga e sale
marino: bollire per 5 minuti
la lattuga in poca acqua con
del sale, raffreddare e
trasferire in una bacinella.
Immergere i piedi per
almeno un buon quarto
CON CALLI E DURONI
Diluire nell’acqua del sale
e un infuso di camomilla
e di edera. Dopo il pediluvio
passare la pietra pomice
sulle parti indurite per
rimuovere lo strato
corneo ispessito
all’home Hammam
al cuscino di noccioli, dal bagno al
latte a quello di fieno e di ghiaccio.
Tutto per il benessere. Sono i
suggerimenti contenuti nella
guida firmata Migros, “100
nuove idee per l’estate a prova
di meteo”, in cui oltre al tempo
libero si danno consigli per il
benessere psicofisico. Coccolarsi, rilassarsi, dedicare qualche
ora al proprio corpo è infatti il
segreto per affrontare al meglio
le giornate di lavoro o di studio.
Tra le tante dritte per rimettersi in forma, non possono
mancare i prodotti di bellezza,
per corpo e viso. Dai saponi alle
creme, dalle lozioni alle maschere, ai sieri. Basta scegliere
quelli più adatti al proprio tipo
di pelle e il gioco è fatto. Ma la
salute della pelle passa anche
dall’acqua. Infatti, nella guida si
spiega come preparare un bagno a casa propria, ad esempio
di fieno, ispirandosi agli alpigia-
L’alternativa
CON BATTERI
Oli essenziali di eucalipto,
arancio e pino, una goccia
per ciascuna essenza in un
cucchiaio di miele (effetto
emolliente) e versare
nell’acqua calda. Strofinare
i piedi per far penetrare
Ciò che occorre è un
vecchio pentolone,
bottiglie pet, vanga,
essenze profumate,
teloni, rami e mollette
fieno fanno parte dell’offerta
classica dei cosiddetti “templi
del benessere”. E allora, occorrono 400 grammi di fieno, su
cui vanno versati cinque litri di
acqua, il tutto poi va scaldato e
bollito per un quarto d’ora e aggiunto nella vasca già riempita,
la cui temperatura dovrà essere
di 38 gradi. La durata ideale del
La sauna in piena calura?
Sì,ma costruita nel bosco
L
ACCALDATI E SUDATI
A un frappè di frutta mista
unire dello yogurt bianco.
Bollire dell’acqua con grani
di pepe e bacche di ginepro
da versare nella pappa di
frutta e yogurt. Versare il
preparato nell’acqua tiepida
STANCHI E GONFI
Bollire gli aghi di pino
nell’acqua per 10 minuti.
Intiepidire e utilizzare il
decotto per il pediluvio,
aggiungendo acqua fredda
e una goccia di olio
essenziale di pino mugo
ni che quando vogliono rilassarsi si fanno un bel sonnellino nella paglia. Ecco perché ancora
oggi questo elemento naturale è
fonte di salute e energia. Mentre già nel XIX secolo i contadini
più ingegnosi affittavano i loro
fienili agli ospiti che avevano a
cuore la loro salute. Non per
niente, ancora oggi i bagni nel
a sauna, si sa, è un toccasana. C’è chi non ne può fare a meno.
Ma se in inverno è un ottimo rimedio per far traspirare e eliminare, attraverso il sudore, le tossine e i rifiuti della pelle,
d’estate è sicuramente più arduo affrontare una temperatura di 80
gradi. Ma se si opta per il bosco può rivelarsi un toccasana anche a
luglio e agosto. In questo caso, però, bisogna metter mano a guanti,
chiodi, pala, corda e legno per costruirne una. Tra le “100 idee” firmate Migros si spiega anche questo.
Partiamo dal luogo ideale. Il bosco, abbiamo detto, ma nei pressi
di un fiiume o di un ruscello. Occorrente: un vecchio pentolone o
una tinozza, bottiglie in pet, vanga, essenza profumata, teloni di plastica, coperte di lana, mollette da bucato, guanti da lavoro, torcia e
sei stanghe lunghe, o rami, per la tenda indiana Tipi. Due ore prima
di fare la sauna accendere un grande falò e mettere nel fuoco circa
venti grandi pietre. A distanza di un paio di metri scavare una buca
abbastanza grande per metterci il pentolone con le pietre. Costruire
la tenda attorno alla buca. A questo punto non resta che prendere la
pala e posare le pietre bollenti nel pentolone per poi portarlo nella
tenda, ovviamente utilizzando guanti da lavoro. Chiudere l’entrata
della tenda, riempire la bottiglia in pet di acqua ed essenze profumate e versare il tutto sulle pietre bollenti. In questo caso, contrariamente alla sauna classica, le temperature e il vapore possono variare. Il consiglio è restare nella tenda sino a quando si resiste, ma senza esagerare e in seguito rinfrescarsi nel ruscello o nel fiume.
Benessere
Tutto ciò che vi riguarda
Speciale Auto
dell’edizione n° 22 de “il Caffè”
Direttore responsabile
Lillo Alaimo
Vicedirettore
Libero D’Agostino
Caporedattore
Stefano Pianca
Caposervizio grafico
Ricky Petrozzi
Società editrice
2R Media
Presidente consiglio d’amministrazione
Marco Blaser
Direttore editoriale
Giò Rezzonico
DIREZIONE, REDAZIONE E IMPAGINAZIONE
Centro Editoriale Rezzonico Editore
Via B. Luini 19 - 6600 Locarno
Tel. 091 756 24 40 - Fax 091 756 24 39
[email protected] - [email protected]
PUBBLICITÀ
Via Luini 19 - 6600 Locarno
Tel. 091 756 24 12 - Fax 091 756 24 19
[email protected]
RESPONSABILE MARKETING
Maurizio Jolli
Tel. 091 756 24 00 - Fax 091 756 24 97
DISTRIBUZIONE
Maribel Arranz
[email protected]
Tel. 091 756 24 08 - Fax 091 756 24 97
STAMPA
Ringier Print - Adligenswil AG
Druckzentrum Adligenswil - 6043 Adligenswil
Tel. 041 375 11 11 - Fax 041 375 16 55
La tiratura di domenica scorsa
è stata di 60’905 copie
Tiratura Remp 2014
57.287
Lettori (dati Mach ‘14-‘15)
95.000
Abbonamento annuo Fr. 59.–
(prezzo promozionale)
bagno varia dai 10 ai 15 minuti.
In seguito è meglio riposarsi almeno per mezz’ora, avvolti in
una coperta. Infine, per completare il trattamento, alternare
dei pediluvi con acqua a diverse
temperature, getti caldi e freddi
e delicati massaggi.
Per chi cerca un climatizzatore naturale il cuscino di noccioli è l’ideale. Quelli di ciliegia
raffreddano o riscaldano, a seconda delle esigenze. La preparazione è molto divertente, nonché appetitosa. Per ottenere dai
300 ai 500 grammi di noccioli,
bisogna prima consumare almeno un paio i chili di ciliegie. In
seguito i noccioli vanno cotti
brevemente in acqua e asciugati per un’ora nel forno a 80 gradi. Per il cuscino, utilizzare resti
di stoffa di cotone, cucirli tra loro lasciandone aperta una parte
per introdurre i noccioli e poi
cucire anche quella. Se si preferisce caldo, metterlo dieci minuti in forno a una temperatura
di cento gradi al massimo; se invece si cerca un ottimo rimedio
in caso di contusioni, distorsioni
o punture, infilarlo in un sacchetto da surgelati, riporlo nel
congelatore e utilizzarlo quando
serve.
Tornando ai bagni, quello al
latte era il preferito della regina
Cleopatra che ne apprezzava
l’effetto rilassante. Basta versarae due litri di latte - a cui in
precedenza vanno aggiunti tre
cucchiai da tavola di miele e una
manciata di sale - nella vasca
piena d’acqua calda. Immergersi per un quarto d’ora e rilassarsi. Non sciacquarsi la pelle con
la doccia, ma asciugarsi delicatamente con l’asciugamano. Per
evitare lo spiacevole odore dato
dal latte, basta aggiungere al
bagno 10 gocce di un olio aromatico. La pelle resterà profumata, morbida e curata a lungo.
Infine, quest’ultimo consiglio va seguito in piena estate,
quando la temperatura è insopportabile. È un vero e proprio
getto di bellezza ghiacciato:
partire dalla fronte e, piano piano, scendere verso il mento, giù
giù sulle gambe sino ai piedi. In
un attimo rigenera e rinfresca.
[email protected]
[email protected]
Abbiamo parecchio a disposizione!
16 capsule
assortite incluse
500GB
Toshiba Canvio Basics
Hard Disk esterno 2.5"
Art.Nr: 1480215
SONY DSC-HX 300
Fotocamera digitale Reflex
• 20.4 Megapixel
• Stabilizzatore, Video Full HD
• tempi 30-1/4.000 sec.
Art. Nr.: 1314205
Zoom ottixo 50x
(24-1200mm)
LCD
.0"
3
da
CASCO TOTALE
per
3 anni
wEGwaeg
rsthwrthj
• srthjwrtjn
CHF 69.-
Display
"
55 7cm
13
cm
y
la
3.9
/4
isp
.3"
17
DD
LE
Smart TV, HbbTV
Intel Core
i5-4210U (1.7 GHz)
LG 55 LB 580 V
TV LED 55"
• Tuner: DVB-T/C/S2
• 100 Hz MCI, Smart TV, HbbTV
• Connessioni: 3x HDMI, 3x USB
Art.Nr:1474159
ASUS F751LAV-TY142H
Notebook
• Hard Disk 500 GB
• 8 GB RAM
• WLAN - Windows 8.1 64-bit
Art.Nr: 1500668
Ultrabook, Celeron, Celeron Inside, Inside, Core Inside, Intel, Logo Intel, Intel Atom, Intel Atom Inside, Intel Core, Intel Inside, Logo Intel Inside, Intel vPro, Itanium, Itanium Inside, Pentium,
Pentium Inside, vPro Inside, Xeon, e Xeon Inside sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti o in altri Paesi.
Media Markt Lugano-Grancia:
²ãćûëBČÁ™ãëdČ®ŖƟƢƚƟ+û™ã§Ê™Ŗk²ÜĿƙƢƚļƢơƞƜƛƜƛ
POWER SERVICE Consegna
CONSEGNA
(al piano strada)
CHF 59.–
Ore di apertura:
BČļH™ļH²ļ{²ŁƢĿƙƙƓƚơĿƜƙľ+ÊëŁƢĿƙƙƓƛƚĿƙƙľd™ƢĿƙƙƓƚơĿƙƙ
Shopping Card
mediamarkt.ch
Offerte valide a partire dal 8.06.2015 al 13.6.2015 o fino ad esaurimento delle scorte. Vendita limitata esclusivamente al consumatore finale e in quantità necessarie per un utilizzo domestico. Tutti i prezzi sono comprensivi di IVA e tassa di riciclaggio anticipata (TRA). Con riserva di errori o modifiche tecniche
KOENIG CAPRI AUTOMATIC NESPRESSO SAND
Macchina da caffé Nespresso
• Macchina automatica
• Nespresso System
• Compatta
Art. Nr.: 1268400